Le 5 regole d’oro per sciare con piedi caldi

Se hai letto l’articolo su come sciare con i piedi caldi e scongiurare il rischio di geloni, avrai capito che è fondamentale:

  • una scelta corretta degli scarponi

  • un acquisto mirato dei calzini

  • l’utilizzo di solette termiche o bustine riscaldanti monouso

Tutto questo però, non è sufficiente se non segui anche queste 5 REGOLE

Sciare con piedi caldi

1) BORSA TERMICA

Attaccata all’accendisigari nel tragitto dalla tua casa alla macchina, ti assicura scarponi caldi al momento della calzata. Partirai già con una marcia in più, con i tuoi piedi al calduccio! Questo sistema, in aggiunta a tutti gli altri, mi ha permesso di avere più possibilità di mantenere i piedi caldi per un numero maggiore di ore. Inoltre, è molto più semplice calzare lo scarpone. Il tragitto da casa alla pista, con una temperatura esterna sotto i dieci gradi è, infatti, sufficiente a rendere lo scarpone rigido e freddo. Grazie alla borsa termica, il problema è risolto.

Superconsigliata!

Il vecchio sistema degli scarponi sotto le prese d’aria del riscaldamento vale sempre, ma solo se sei da solo in macchina.

Pena: scomodità per chi ti si siede accanto e rischio di sgradevoli odori se non  ti sei preso perfettamente cura dei tuoi scarponi!

2)  BOROTALCO O AMIDO DI MAIS

Prima di indossarli, o quando sei a casa, passa del borotalco o dell’amido di mais su tutto il piede per evitare di sudare. Entrambi hanno, infatti, un forte potere assorbente e prevengono i cattivi odori. E’ fondamentale, se non vuoi soffrire il freddo, avere sin da subito, il piede asciutto. Piede bagnato nello scarpone è sinonimo di piede freddo.

Indossa, inoltre, le calze che utilizzerai per sciare, solo prima di indossare gli scarponi.

3) CAMBIA OGNI GIORNO I CALZINI

Questa accortezza ti darà 2 vantaggi:

  • prevenzione di odori sgradevoli, senza rischio di formazione di funghi
  • calzino sempre perfettamente asciutto

4) UTILIZZA UNA MEMBRANA ISOLANTE

Copri lo scarpone con una membrana isolante. Io utilizzo una copertura in neoprene, lo stesso materiale utilizzato per le mute da surf. Non fa, infatti, passare l’acqua. E’ isolante. Ripara dal vento e dal freddo. Purtroppo, in commercio non si trovano più così facilmente.

Una soluzione alternativa che ho trovato, è  l’utilizzo di un sacchetto di cuki gelo ghiaccio, da cambiare ogni giorno e da inserire tra lo scafo e la scarpetta.

5) UTILIZZA IL BOOT DRYER

 

Se scii tutti i giorni, il boot dryer è uno strumento a cui non puoi rinunciare. Asciuga gli scarponi senza l’utilizzo di aria calda diretta e fa circolare l’aria al loro interno. In alternativa, rimuovi la scarpetta e la soletta dall’interno, e falla asciugare possibilmente all’aria aperta.

Se vuoi seguire I Consigli della Sponsi su come sciare con le mani calde, clicca qui!

Se ti piace quello che leggi, condividilo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *