Cortina d’Ampezzo e i Mondiali di sci del 2021: cosa cambierà?

Sciare a Cortina, Mondiali 2021Cortina d’Ampezzo si aggiudica i Mondiali di sci del 2021: ma cosa cambierà?In breve i 6 punti chiave.

Dalla notte del 9 giugno 2016, con l’assegnazione dei Mondiali di sci del 2021,  Cortina d’Ampezzo ha una nuova chance. E si giocherà il tutto per tutto.

 

Cortina d’Ampezzo prende un respiro, una boccata d’aria, prima dell’apnea. Sarà impegnata infatti, nei prossimi 4 anni, in un’impresa  che, si spera, la rilancerà di fronte al mondo intero. Così come fu con le Olimpiadi del 1956, 65 anni dopo Cortina fa di nuovo parlare di sè. Per “lo sport che conta”, tra quelli invernali. Gli abitanti di Cortina e di tutto il Cadore gioiscono. E,con loro, tutti gli amanti di questa affascinante quanto unica località montana, la più bella. Per rilanciare turismo, economia e riportare la Regina delle Dolomiti all’antico splendore.

L’assegnazione dei Mondiali 2021 non è solo una vittoria di Cortina, ma di tutto lo sport italiano. E lascia da parte le polemiche della Cortina “paese dei gamberi”, anzichè degli scoiattoli, animale simbolo della comunità montana.

MA COSA CAMBIERA’?

Il primo febbraio 2021 verranno aperte le danze, e per 2 settimane oltre 600 atleti si sfideranno sulle nuove e rinnovate piste delle Tofane.

Il progetto è ambizioso.

1.PISTE DA SCI E IMPIANTI RINNOVATI

Impianti Cortina, sci

  • Realizzazione di una cabinovia ad ammorsamento automatico con veicoli da 10 posti, denominata “Cortina – Col Drusciè”. Sostituirà il primo tronco dell’attuale funivia “Freccia nel cielo”. Questo consentirà di eliminare l’attuale seggiovia biposto.
  • Le piste  Col Drusciè A e B  verranno rimodellate in ampiezza e pendenza per poter disputare le gare di slalom e della combinata maschile e femminile.
  • Realizzazione della pista “Intermedia – Stries”, sempre in Tofana, con una nuova pista per la discesa libera maschile. Più impegnativa e tecnica rispetto a quella prevista per le donne (la bellissima pista Olympia, utilizzata ogni anno, dal 1993, per le gare di discesa libera femminile), partirà da sopra il rifugio Pomedes, si collegherà con il Canalone, sino ad arrivare alle Pales de Rumerlo. Tali piste verranno utilizzate anche per il gigante e il supergigante (FONTE: puoi accedere all’intero progetto scaricando il PDF)
  • Il progetto prevede anche un impianto di collegamento tra l’area di POCOL e la Tofana.

2. NUOVA ZONA DI ARRIVO IN LOCALITA’ RUMERLO

 

 

 

 

 

 

3. MIGLIORIE DEGLI ALBERGHI E DI ALCUNE AREE DEL COMUNE

In atto, nuomerosi progetti per rendere le strutture alberghiere e il personale all’altezza della manifestazione e al pubblico internazionale.

4. MODIFICA ALLA VIABILITA’

  • Nella zona Tofana verrà modificata la viabilità della strada comunale che sale verso la Tofana. alla località Gilardon.Previste 4 brevi varianti, per non intersecare le piste.
  • Miglioramento dell’accesso a Cortina, attraverso la realizzazione di 3 nuove gallerie a Tai, Valle e Borca.
  • Modifica della viabilità a San Vito, a valle del centro abitato, che costeggerebbe il torrente Boite per un chilometro e mezzo. A Zuel di Cortina, si realizzerebbe una variante per rendere più agevole il transito e la viabilità.

5.PISCINA, AEREOPORTO A FIAMES e TRENO DELLE DOLOMITI ( di collegamento tra Calalzo e Dobbiaco).

Tre progetti autonomi che si auspica possano prendere il via anche grazie a questi Mondiali.

6.REALIZZAZIONE DI INVASI DI CONTENIMENTO DELLA FRANA DI ACQUABONA

Il Mondiale dovrà essere realizzato secondo degli standard GREEN, di valorizzazione del territorio, che promuovano la sostenibilità economica ed ambientale, anche attraverso piani di riduzione dell’inquinamento e di consumo delle risorse, delle località montane.

 

Il commento della Sponsi

Opero nel mondo del turismo cadorino e ampezzano da oltre 20 anni.

A contatto con la gente, sento i turisti italiani e stranieri, i colleghi e i compaesani tessere le lodi  della Val Badia e della Val Gardena. E, in generale, di tutte le strutture, impianti e piste del vicino Alto Adige.

Ho sciato in numerose località turistiche del mondo, ma ho sempre difeso le nostre zone con le unghie e con i denti di fronte a commenti banali e scontati su impianti obsoleti, alberghi decrepiti e viabilità da terzo mondo. Perchè sciare a Cortina, e godere della sua bellezza, mi ha sempre dato molto di più dell’impianto a 5 stelle con sedile riscaldato o dell’apres-ski in alta quota.

Ora, però, Cortina deve fare un balzo in avanti.Ha le risorse, l’occasione e la voglia di riscatto per raggiungere il vertice. E io, non vedo l’ora di gustarmi lo spettacolo in prima fila da qui ai prossimi 4 anni.

In bocca al lupo Regina delle Dolomiti!!!

 

FONTI:

  • http://cortina2021.com/
  • www.comunecortinadampezzo.it
  • http://cdn1.regione.veneto.it
  • http://corrieredelveneto.corriere.it/veneto/notizie/cronaca/2016/
  • http://ricerca.gelocal.it/corrierealpi/archivio/corrierealpi/2016/
  • http://www.ilgazzettino.it/nordest/belluno/
  • Per approfondimenti:http://corrierealpi.gelocal.it/belluno/cronaca/2016/09/06/news/corsia-preferenziale-per-ogni-progetto-1.14072978
Se ti piace quello che leggi, condividilo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *