Natale a Cortina: sci e lifestyle

Natale, Sciare a NataleHai deciso di trascorrere le tue vacanze di Natale a Cortina e non sai cosa ti aspetta? Ecco alcune cose che devi sapere per la tua vacanza perfetta nella Perla delle Dolomiti.

 

 

Con la neve, Cortina diventa il villaggio di montagna dei sogni. Le splendide Dolomiti, dalle Tofane al Cristallo, circondano Cortina a 360 gradi e ti regalano uno scenario davvero unico.

Se sei uno sciatore, devi tenere presente alcuni suggerimenti.

Lo sci al mattino è sicuramente consigliato durante le vacanze di Natale. Tuttavia, per evitare code e molta gente sulle piste, hai diverse opportunità.

  • Prova ad essere il primo: presentati agli impianti già alle 8.30

Fino alle 10 circa, potrai godere nella zona delle Tofane, di piste semideserte e perfettamente battute dal gatto delle nevi. Con una luce particolare che ti accoglierà durante le tue discese. Se sei uno sciatore esperto, non puoi perderti la prima discesa sulla Forcella Rossa. Rimarrà nei tuoi ricordi per sempre. Anche 5 Torri, fino alle 10, è un’ottima alternativa. Se l’intento è quello di fare l’Armentarola, dovrai essere davvero il primo. Pena: sciare sulla pista più bella delle Dolomiti attorniato da troppe persone, con gobbe e file interminabili, per approfittare di un passaggio con i cavalli al termine della discesa e il taxi per risalire. Un vero stress!

  • Se non soffri il freddo, anche la zona del Faloria è sicuramente magicaVacanze di Natale a Cortina

Fino alle 10.30, gli sciatori sono generalmente riversati sul lato del Cristallo, al sole. Il Faloria, invece, è esposto a nord. Quindi, scierai all’ombra. Ma potrai fare curve da gigante con nessuno di intralcio.

Valuta di sciare nel pomeriggio

Se a Natale la temperatura esterna è fredda, le piste da sci e la neve rimarranno intatte fino alla chiusura degli impianti. Potrai, allora, scegliere di sciare in Cristallo, Tofana e Faloria, con pochissima gente. Dalle 14.30 circa, ti potrai godere 2 ore di sci perfetto, in tutte le aree sciistiche di Cortina. Fai solo attenzione al clima freddo e alla luce che, nel periodo natalizio, già alle 15.30, inizia davvero a scarseggiare. E, naturalmente, assicurati che il fondo non sia ghiacciato.

SAN VITO DI CADORE  E MISURINA

  • Solo a qualche km di distanza dalle aree più famose e frequentate, sorgono le meravigliose piste di San Vito di Cadore. Qui, potrai goderti un paio d’ore, anche quelle centrali, in assoluta tranquillità. Avrai a disposizione sia l’area principianti, un pò più affollata, sia un’area per sciatori medio-esperti. Se ti sposterai verso la seggiovia San Marco, potrai sciare in 3 piste di assoluto rispetto, in cui trascorrere almeno una parte della giornata. Le montagne saranno così vicine, che ti sembrerà di poterle toccare.
  • Lo stesso vale per Misurina. A pochi chilometri dal parcheggio di Rio Gere, potrai prendere la seggiovia di Col De Varda, e sciare con poche persone attorno. Se vuoi, puoi proseguire per il pranzo verso Malga Rin Bianco. Partendo dal lago Antorno, potrai godere di uno splendido viaggio nel bosco a bordo di una motoslitta e mangiare prodotti tipici e di produzione locale. A volte, le seggiovie lente e a 2 posti, hanno dei vantaggi: più scomode in salita e per la coda, ti permettono comunque di affrontare la discesa con pochi sciatori.

LE ORE DA EVITARE

Dalle 10.30 alle 13.30 troverai il maggiore affollamento sulle piste. E parcheggiare la macchina sarà un’impresa. A te la scelta!

Natale a CortinaSE VUOI PRENDERE LEZIONI DI SCI

Prenota la tua scuola e il tuo maestro in anticipo. Altrimenti rischierai di non trovare posto, o che ti siano riservate le ultime ore pomeridiane.

LASCIA LE PISTE NON OLTRE LE 15.30

Eviterai il traffico che si forma sulla circonvallazione di Cortina e raggiungerai velocemente il tuo hotel. In alternativa, cerca di utilizzare le 2 funivie che portano vicino al paese, e percorrere solo un piccolo tratto con la macchina. Ancora meglio, vai a piedi se il tuo alloggio lo consente.

AREE OFF LIMITS

Ti sconsiglio vivamente la zona dell’Alta Badia e il Giro dei 4 passi nel corso delle vacanze natalizie. Lo stesso dicasi per Plan de Corones e Sesto Pusteria, mete prese d’assalto da austriaci, tedeschi e sloveni. Mentre a Cortina riuscirai, comunque, a trovare i tuoi spazi, nelle zona adiacenti le persone quadruplicheranno,arrivando da tutti i comprensori collegati. Le piste più larghe e semplici, saranno un’arma a doppio taglio: troverai sciatori veloci, spesso con poco controllo, che ti  taglieranno la strada. Presta molta attenzione.

PRENOTA SEMPRE IL TUO RISTORANTE PREFERITO

Se hai deciso di fermarti per pranzo

Ricordarti di prenotare il giorno prima o al mattino presto il rifugio o il ristorante in cui vuoi pranzare. Se, poi, è una giornata di sole e non fa particolarmente freddo, i ristoranti con la terrazza sulle piste da sci, si affollano in un attimo. Piuttosto, se hai deciso di non sciare nel pomeriggio, prendi la macchina e spostati verso qualche ristorante lontano dalle piste ma, comunque, immerso nella natura. Primo fra tutti, Il Brite de Larieto, a 5 minuti di macchina da Rio Gere. Ti godrai una splendida vista e potrai decidere di stare all’aperto, senza troppe attese. Eviterai, così, spiacevoli inconvenienti e potrai goderti il tuo splendido Natale a Cortina senza troppi intoppi.

Alla sera

Se a mezzogiorno te la caverai con poche ore di anticipo sulla prenotazione, così non sarà per la sera: dovrai, infatti, programmarti per tempo l’intera settimana. Prenota già da metà dicembre le tue mete. Le tue vacanze di Natale a Cortina non verranno così rovinate!

 

SE NON SEI UNO SCIATORE:

Potrai approfittare per fare delle passeggiate nei dintorni con le racchette da neve. Provare a guidare una motoslitta. Rinchiuderti in una SPA. Frequentare il Corso Italia. Fare shopping. Bere tisane e caffè caldi nello splendido villaggio. Partecipare agli incontri letterari. Andare allo stadio del ghiaccio a pattinare. Oppure, raggiungere un ristorante d’alta quota con la funivia. E, se è una bella giornata, utilizzare il terrazzo per prendere il sole.

Non mancare all’aperitivo delle 18 in Corso Italia. Potrai girare tra i Mercatini di Natale, degustare un buon vin brulè e mangiare caldarroste.

Il consiglio della Sponsi

Il comprensorio sciistico di Cortina raggiunge il massimo dell’affollamento dal 27 dicembre al 6 gennaio. Se puoi anticipare le tue vacanze sulla neve o posticiparle, potrai godere della Perla delle Dolomiti in maniera piena ed assoluta. Almeno per qualche giorno.

 

Se ti piace quello che leggi, condividilo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *