Sciolinare sci e snowboard in 4 mosse

sciolina, sciolinare, sciolina a caldoPerchè sciolinare gli sci o lo snowboard?

Ci sono tante ottime ragioni, ma la prima tra tutte è mantenere la tua attrezzatura sportiva sempre al massimo del suo possibile rendimento.

 

 

 

 

Sciolinare prima, durante e al termine della tua stagione sciistica è importante per:

  1. Mantenere la soletta idratata

  2. Proteggerla da abrasioni e graffi

  3. Rendere la tua discesa più veloce  e graduale

COME APPLICARE LA SCIOLINA

L’applicazione può essere fatta sia a freddo che a caldo, attraverso l’utilizzo di un ferro. In caso di emergenza e, quindi, se dovessi per esempio ritrovarti di fronte ad un pendio in neve fresca con la soletta secca, potrai procedere attraverso lo sfregamento di un pezzo di sciolina direttamente sulla base dei tuoi sci o snowboard. Ti basterà per una o due discese. Anche nel caso di giornate piovose, o con neve molto bagnata, tieni a portata di mano un pezzettino di sciolina da applicare a freddo. Si possono, infatti, formare dei blocchi di neve sotto la soletta, che ti renderanno difficoltoso l’avanzamento.

sciolina, sciolinare

Ma, per ottenere la migliore prestazione dai tuoi sci, dovrai sciolinare a caldo. Per poi, spatolare e lucidare la soletta con una spazzola.

Ecco, in 4 passaggi, come fare.

  • Posizione il tuo snowboard o gli sci su una superficie piana

In commercio troverai delle morse apposite, sia per lo snowboard che per gli sci. In emergenza, potrai ricoprire il pavimento con dei fogli di giornale e utilizzare la seduta di due sedie. Posizionale all’ incirca alla distanza di un metro e una di fronte all’ altra. Sopra, potrai appoggiare la coda e la punta degli sci o dello snowboard. con la soletta rivolta verso l’alto.

Assicurati di non dover fare prima le lamine e il tuning. Se le lamine sono più alte della soletta, porta la tua tavola da un esperto del settore prima di sciolinare. E’ molto più pratico e rapido, per chi deve fare le lamine, avere una soletta senza sciolina.

  • Pulisci la soletta con un diluente o solvente apposito

Utilizzali solo se la tua soletta è davvero sporca. Altrimenti procedi soltanto con un panno. Assicurati, una volta rimosso lo sporco, che la soletta sia asciutta, prima di iniziare a sciolinare.

Se la tua soletta presenta dei segni bianchi, significa che è davvero secca. Devi assolutamente sciolinare.

  • APPLICAZIONE DELLA SCIOLINA

Ti serve un ferro che mantenga la temperatura costante. Preferibilmente, compra un ferro apposito per sciolinare. Se utilizzi una sciolina per temperatura fredde, dovrai aumentare il calore del ferro, per poterla distribuire correttamente. Cerca di sciogliere il blocco di sciolina lungo tutta la superficie della soletta, facendo attenzione alle gocce che cadranno sulla base: dovranno ricoprirla in maniera omogenea. Tieni il ferro ad una distanza di circa 5 centimetri dalla soletta. Per gli sci, devi bloccare gli attacchi con un grosso elastico, di modo che non intralcino il passaggio del ferro. Inizia a spalmare le gocce di sciolina con il ferro, muovendolo continuamente, per non rischiare di bruciare la soletta. Se alcuni punti sono più secchi, sciogli altra sciolina.

Attendi almeno una mezzora, affinchè la sciolina non si sia asciugata e sia penetrata nei pori. Tieni gli sci o lo snowboard al caldo. O, comunque, non portarli al freddo: la sciolina, altrimenti, non penetrerà.

  • Spatola e spazzola

Utilizza una spatola di plastica per rimuovere la sciolina in eccesso. Parti dalla punta, sino alla coda. E tienila leggermente inclinata, per favorire la pressione che eserciterai sulla soletta. Quando non vedrai più tracce di sciolina, e  la soletta ti sembrerà lucida, puoi smettere di spatolare. Rimuovi con attenzione la sciolina dalla lamine. Spazzola adesso la base con una spazzola apposita, che può essere di nylon e avere delle setole più morbide o dure.

SCELTA DELLA SCIOLINA

Sul mercato possiamo trovare numerosi tipi di scioline. Si distinguono, oltre che per la marca, per il tipo di formula e componenti utilizzati. Abbiamo, infatti, scioline per neve e temperature molto fredde, fino ad arrivare a quelle appositamente studiate per le nevi calde e primaverili.

 

  • In linea generale, dovrai dotarti di due tipi di sciolina. Una dovrà coprire un range sopra lo zero. L’altra, per le temperature al di sotto dello zero. In base al tipo di uso che vorrai farne, e alla temperatura della neve,  sceglierai quella più adatta. La sciolina fredda, penetra più difficilmente nei pori. Ma, una volta sciolta, ti durerà molto più a lungo.
  • Se sei pigro, potrai utilizzare una sciolina universale, che funzionerà in maniera discreta con ogni tipo di temperatura.
  • Se proprio non hai tempo, utilizza della sciolina  a freddo, da applicare anche nel parcheggio prima di salire sulle piste.Poi, però, ricordati di sciolinare anche a caldo.
  • Le scioline fluorate sono le migliori, ma hanno un prezzo molto elevato. Decidi tu se vuoi andare più veloce dei tuoi amici e spendere tutti quei soldi!

IL CONSIGLIO DELLA SPONSI

A fine stagione, sciolina la tua tavola  a caldo e non rimuoverla con la spatola. Riponi i tuoi sci o il tuo snowboard in magazzino. Li ritroverai perfetti per la stagione successiva.

Per mantenere la parte della soletta vicino alle lamine (che è quella che si secca per prima) sempre perfetta, utilizza una sciolina molto fredda. Anche dai -6°. Ma solo per un centimetro di distanza dalle lamine. Usa, invece, per il resto della soletta, quella più calda e adatta alla temperatura della neve. Eviterai, in questo modo, di bruciare la parte della soletta che è a maggiore contatto con il manto nevoso.

Se ti piace quello che leggi, condividilo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *